• martedì , 27 Ottobre 2020

Nonni ieri e oggi

Capelli bianchi, bastone, occhiali: un fisico ormai provato dal passare del tempo, ma uno sguardo ancora pieno di vitalità. La popolazione più anziana sta diventando sempre più numerosa, specialmente grazie ai continui progressi della scienza medica:  l’aspettativa di vita si allunga. Ma, dopo anni, passati seguendo i ritmi frenetici e incalzanti del mondo del lavoro, il domani, per i non più giovani, appare come un’incognita.

foto2

Problemi economici o legati alla salute: varie sono le difficoltà che si possono presentare. La mancanza di un impiego costringe a fare affidamento esclusivamente sulla pensione, ma, in molte occasioni, questa risulta essere decisamente insufficiente rispetto alle esigenze, impedendo persino di condurre uno stile di vita non agiato, ma almeno dignitoso. Di frequente, è possibile venire a conoscenza di anziani che si ritrovano in ristrettezze economiche: non avere abbastanza soldi per potersi permettere i beni di prima necessità, essere così in difficoltà da dover contare sull’aiuto di strutture, che si preoccupano di aiutare i bisognosi.

anziani-solitudine

Una vita di sacrifici, per ridursi a non poter vivere senza la carità di altri. Inoltre, non è raro che incombano anche alcuni problemi di salute, che comportano ulteriori spese, sia per i medicinali, sia, nei casi più gravi, per l’assistenza. Persone malate o non più autosufficienti richiedono attenzioni costanti e, molto spesso, i famigliari non accettano di assumere queste responsabilità, preferendo appoggiarsi a ricoveri e case di riposo: strutture attrezzate, ma che non riproducono minimamente il calore di casa propria.

Image.ashx

Lo scenario che si presenta non è dei migliori: anziani lasciati soli, ricoverati in strutture, raramente visitati dai parenti più stretti. Si può quasi affermare che ricevano più affetto dai volontari e dal personale che si occupa di loro: è singolare come sia possibile instaurare un rapporto più solido con dei perfetti estranei piuttosto che con chi si conosce da sempre. Il presente dovrebbe ricordare alcune delle buone abitudini del passato: ripagare gli sforzi dei più anziani, trovare del tempo da trascorrere con loro, mentre è ancora possibile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi