• sabato , 28 Novembre 2020

Gaza, ancora sangue innocente

Ancora morti. Morti civili. Bambini. A perdere la vita nell’atrocità di una guerra senza pietà sono stati questa volta 4 minorenni, bersaglio di un colpo di artiglieria navale che li ha centrati in pieno sulla spiaggia di Gaza City. Altri due hanno perso la vita nei raid aerei. Secondo il rapporto del medico palestinese Ashraf Al Kedra, accorso sul posto, è stata una bomba di non grandi dimensioni che ha spaventato i bambini e li ha costretti a scappare. Successivamente si è verificata una seconda esplosione che ha ucciso i bimbi.

israel-gaza-shoes_2402255b1

Tutti e 4 facevano parte di una famiglia di pescatori responsabile della cura delle barche nel vicino porto. Rabbia da parte della famiglia delle vittime, maledizioni e imprecazioni contro Hamas. Il portavoce dell’esercito israeliano Peter Lerner ha ribadito l’assoluta non volontà ” di colpire i civili trascinati da Hamas nella realtà della guerra urbana”. Ha inoltre aggiunto che l’obbiettivo erano alcuni miliziani di Hamas e ha poi sottolineato che la morte dei civili è un evento tragico. Nella stessa giornata infatti è stata proposta una tregua di 5 ore, accordata da Hamas.

Gaza4

Lo scrittore Abraham Yehoshua unisce la sua voce al coro di indignazione generale per la morte dei bimbi. “I civili” ha ricordato ” pagano un prezzo drammatico a Gaza come conseguenza della natura terribile del conflitto in corso”. Tuttavia anch’egli ritiene la tragedia non un fatto volontario e premeditato , ma un errore da parte israeliana. “Se Israele avesse voluto uccidere civili nella striscia di Gaza, in 9 giorni di operazioni militari non ne sarebbero morti 200, ma 2000”. E su questo punto lo scrittore e docente universitario, già noto per le sue posizioni non estremiste insiste ricordando che non è nelle intenzioni di Israele l’uccisione dei civili. Tale politica è invece quella adottata da Hamas. “Questo” ha dichiarato in un’intervista Yehoshua ” è il nemico che Israele si trova ad affrontare”.

Se ti interessa questo argomento, leggi anche questo articolo

Se ti interessa questi argomento, leggi anche questo articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi