• sabato , 31 Ottobre 2020

I test che verranno

Il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini Professoressa Ordinaria di glottologia e linguistica ha concesso un’intervista esclusiva al Salice a proposito della futura dibattutissima riforma che andrà a modificare il metodo di accesso a varie facoltà universitarie.

stefania-giannini-ministro-dellistruzione

Ministro, Lei ha recentemente parlato di una rivistazione del meccanismo selettivo. In che modo intende agire?

Personalmente presto molta attenzione al cosiddetto modello francese, in quanto lo ritengo ben funzionante e concretamente applicabile. Questo, infatti, comporta che  gli studenti con un criterio selettivo di tipo qualitativo e non assolutamente quantitativo possano avere accesso per il primo anno oppure per un biennio. Tutto andrà ovviamente valutato ed adeguato in rapporto alle problematiche strutturali ed organizzative che questo cambiamento causerà all’interno del sistema universitario italiano. Questa è la prima possibilità: un accesso sostanzialmente libero che sarà poi seguito da una selezione severissima negli anni successivi.

La seconda opzione è una o più varianti del sistema attuale. Ovvero sempre pre-test che però non avranno poco o nulla in comune con quello svolto quest’anno, in quanto è stato ampiamente criticato e ritenuto ingiusto da tutte le parti coinvolte e di fatto ha creato più problemi che soluzioni.

Stefania Giannini, ministro-2

Nel caso quindi si optasse per  il sistema alla francese come risponderebbe a coloro che lo definiscono organizzativamemte impossibile?

Il problema strutturale è indubbio. I numeri cambierebbero, anche se ad ogni modo non sarebbero assolutamente quelli del test, poiché è ben diverso perdere due ore piuttosto che investire un intero anno di vita. Ritengo comunque che questo tipo di problematica sia completamente subordinata al trovare a monte la soluzione migliore in  linea teorica, le altre questioni pratiche si affronteranno in un momento successivo. Il mio compito è di ricercare infatti la soluzione migliore per gli studenti e per la qualità del sistema e non di prevenire le eventuali problematiche organizzativo-strutturali del sistema universitario.

stefania-giannini1

Il test di medicina viene in particolare criticato in quanto non contiene materie attinenti al futuro percorso di studi e non dà una valutazione psicologica dello studente. Cosa ne pensa?

Un esame psicologico è assolutamente necessario per un aspirante medico. Io l’ho intuito da una prospettiva non specialistica, ma un po’ di valutazione, essendo professoressa, mi sono occupata di psicologia e questa ha regole d’oro in tutti i settori di applicazione. Inoltre molti rettori di università che sono anche medici mi hanno ribadito esattamente la stessa necessità. Quindi senza dubbio il grande problema di questo test è che non valuta la prospettiva attitudinale. Ragazzi, mi spiace dirlo perché io svolgo un mestiere bellissimo, peró vi assicuro essere medico non è come fare l’avvocato, l’ingegnere, l’informatico etc. È infatti una professione che ti deve certo specializzare in contenuti e strumenti, ma anche e soprattutto in vocazione. Di conseguenza mi sembra ovvia la necessità di una valutazione anche sull’attitudine professionale.

Test-Medicina

Per quanto invece riguarda bonus maturità o valutazione curricolare?

In questa prospettiva ormai mi sembrano questioni del tutto superate o per lo meno accessorie, in quanto tutto questo ha senso solamente abbinato ad un test.

Quindi per l’anno 2015/2016 cosa ci aspetta?

 La politica ha purtroppo talvolta dei tempi brucianti ed in particolare questo governo è fast-track. Detto ciò io mi auguro che si possa giungere ad una soluzione condivisa in due balletti, però non è detto che ciò sia. Ciò che è successo quest’anno ormai è alle spalle, la prospettiva è quella di lavorare sull’anno successivo, spero con migliori risultati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi