• martedì , 27 Ottobre 2020

L'età dell'incertezza

adolescenza2

Talvolta essi sono reputati essere persone irrispettose e troppo istintive, con le quali è difficile instaurare una discussione seria per un tempo superiore ai cinque minuti. In parte questa teoria può essere considerata veritiera: molti ragazzi, durante l’adolescenza, si possono comportare in modo del tutto inspiegabile agli occhi dei professori e dei genitori, che non riescono più a riconoscere il proprio figlio che una volta era stato un bambino modello.

Allo stesso tempo però si deve considerare che ogni ragazzo di un’età che va dai 13 ai 20 anni circa si ritrova a dover affrontare talmente tanti sconvolgimenti e cambiamenti nella propria vita da comportarsi in modo a volte troppo impulsivo ed irrazionale. Sentendosi spesso insicuri e iniziando a frequentare compagnie poco raccomandabili cominciano a cadere in tentazioni come la droga.

adolescenza3

Gli adolescenti a causa del loro carattere continuano ad essere catturati dalla possibilità di vincere l’insicurezza o provare forti emozioni grazie all’ausilio di sostanze delle quali si sentono assolutamente padroni. In realtà non è così, anche un semplice “tiro di una canna” potrebbe avere conseguenze alquanto spiacevoli, ognuno reagisce in modo differente all’assunzione di tali sostanze. Una ricerca che è stata  fatta dal comune di Varese indica che il 52,4% dei ragazzi e il 72,9% delle ragazze affermano di non aver mai provato la marijuana o l’hascish ed inoltre nelle classi prime superiori otto adolescenti su dieci non hanno avuto contatti con sostanze stupefacenti.

adolescenza4

Oltre alla droga sono state riscontrate altre forme di ribellione, anche se meno gravi, quali il fumo e l’alcool. Entrambi possono essere considerati da un lato forme di ricerca di attenzione da parte dei genitori, dall’altro però sono dei mezzi utilizzati talvolta per essere maggiormente considerati dai coetanei, creando un sistema d’influenzamento che coinvolge gran parte dei giovani.

Gli adolescenti da parte loro dovrebbero dimostrare una maggiore maturità ai genitori e ai professori non frequentando persone che possano farli errare, ma dall’altro lato gli afulti dovrebbero essere maggiormente comprensivi e dovrebbero talvolta aiutare di più i propri figli supportandoli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi