• lunedì , 21 Settembre 2020

Assisi, alla ricerca della povertà

Nel cuore dell’Umbria e dell’Italia, una cittadina piccolissima in cima a un colle chiama a sé il mondo. Assisi, per tutto l’anno e ancor più in estate, è una tra le mete turistiche più frequentate, con visitatori provenienti da ogni parte del globo.

Giapponesi con la macchina fotografica al collo, gruppi di suore africane, globe-trotter e pellegrini a piedi con zaini e borracce, variopinte indiane in sari: sulla piazza della Basilica Superiore e sotto le arcate – a cercare un po’ d’ombra – di quella Inferiore, il mix umano è sorprendente. Non mancano gli scout naturalmente, tra le frotte di persone che accorrono al richiamo di San Francesco. Un richiamo che però sembra quanto mai stridere con lo spirito del nostro tempo.

I didascalici affreschi di Cimabue e di Giotto, ma ancor più le reliquie del Poverello e di Santa Chiara, parlano al cuore di essenzialità. I santi di Assisi danno un esempio di quel “levare”, di quel “rinunciare“, di quel “togliere”, unica strada per arrivare al cuore del significato della vita e della fede. Una strada lontanissima da quelle che percorriamo ogni giorno.

Le vesti rattoppate dei frati, il cilicio di nodi della santa, i poveri oggetti che di loro ci sono rimasti commuovono e fanno riflettere. E se appena esci da Assisi e sulle pendici del colle visiti il piccolo convento di San Damiano, ritrovi nelle poche assi della nuda stanzetta di preghiera di Santa Chiara la sensazione di ciò che doveva essere il suo dialogo con Dio. Là, vicino a quelle pietre calpestate dai santi, il silenzio del vento e della natura sembra cancellare il tempo passato. Un viaggio, questo, che fa bene allo spirito. Un percorso interiore che vale cento crociere intorno al mondo. Una “vacanza” dal nostro oggi che ci riporta dentro di noi. A quella “povertà” che deve essere la nostra vera forza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi