• domenica , 20 Settembre 2020

Sportuva cambia volto

colle don bosco

“200 di questi sogni”  è il nome che si è dato all’evento di inizio anno per festeggiare i 200 anni dalla nascita di Don Bosco.

Questa festa si è svolta sabato 11 ottobre come gli anni precedenti, ma stavolta con  un nome differente dal classico Sportuva, che era dovuto al fatto che gli scorsi anni la festa si incentrava sulle attività sportive, mentre quest’anno tutto ruotava intorno ai magnifici giochi a stand, in cui l’obiettivo di ogni squadra (costituita da metà classe) era quello di totalizzare più punti possibile per la storica Don Bosco cup.”

immagini 041Per far capire a noi ragazzi l’importanza di Don Bosco i festeggiamenti si sono svolti alColle Don Bosco, nei luoghi in cui è nato e cresciuto Don Bosco.

Il tutto è iniziato alle 9.30 del mattino con balli divertenti e spiritosi che hanno dato il via alla giornata mettendo un po’ di buon umore. In seguito, dopo risate e brevi giochi, ci sono stati gli attesissimi giochi a stand. In totale ce n’erano 16 numerati, più uno misterioso di cui non si sapeva il numero: lo “stand da sogno” che permetteva alle squadre di guadagnare  il doppio dei punti. Ahimé non molte squadre l’hanno trovato a differenza della 1MB. Tutti gli stand erano gestiti da alcuni volenterosi ragazzi del liceo, che con impegno hanno imparato molte storie su Giovannino Bosco, che poi costituivano il tema di un gioco, come ad esempio: memorizzare proverbi che venivano detti da Mamma Margherita, o anche molto semplicemente mimare alcuni sogni di Don Bosco o avvenimenti famosi. Il punteggio massimo era di cento punti che venivano dati a seconda della bravura e dell’impegno che ogni squadra metteva.

immagini 014Al termine di questi divertenti giochi riprendemmo un po’ fiato, e tutti insieme, con l’aiuto degli animatori, dicemmo una preghiera prima di pranzare. Detto l’ “Amen” conclusivo, dalla fame che avevamo, ci precipitammo nella sala in cui si mangiava. Ogni classe aveva il proprio tavolo dove si trovava cibo di tutti i tipi portato dalle mamme di ogni ragazzo. Dopo avevamo un po’ di tempo libero in cui potevamo chiacchierare, giocare, ecc… Alle 15.30 suonarono le campane della basilica e si entrò tutti in chiesa per la Santa Messa.

Noi dovevamo stare nei banconi frontali divisi in classi, mentre i genitori erano collocati al fondo. Prima di incominciare, la professoressa Fraire e la professoressa Cristino, distribuirono dei foglietti con le canzoni di Valsalice. La messa si svolse come una qualunque funzione festiva, con l’Eucarestia, lo scambio di pace e la lettura del Vangelo, ma accompagnata dai canti “storici” della nostra scuola. Al termine della messa ci fu l’allegra e da tutti amata canzone: “ Da mihi animas”  che finì con la distribuzione di delle carte con il volto di Don Bosco.

La giornata si concluse infine con la distribuzione dell’uva, il simbolo di questa festa.immagini 010

I miei complimenti alle classi che si sono classificate (per i punti): al terzo posto la 1M^B con 2836 punti; al secondo posto la 3M^A; e infine al primo posto travolgendo tutti,  totalizzando quasi 3000 punti, la 2M^A.

Ma c’è anche stata una classifica per lo spirito di squadra: al terzo posto la 3M^B che ha voluto dare un tocco personale alle loro magliette con una spilla; al secondo posto la 2M^A i cui membri hanno deciso di essere alternativi e di personalizzare le loro magliette con  la classe e il loro nome sulla schiena e davanti il viso di Don Bosco, il tutto disegnato interamente da loro; e al primo posto si è classificata la classe con il maggior numero di presenze, la 1M^B.

Ma chi non ha ottenuto ottimi risultati non si scoraggi: la gara continua…

immagini 009

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi