• lunedì , 23 Novembre 2020

815 kg di solidarietà

Anche quest’anno, nell’ambito delle attività missionarie, le Quarte Scientifico e le Seconde Classico sono state coinvolte in un’attività di volontariato in prima persona.

Venerdì 14 novembre i nostri ragazzi hanno ascoltato la testimonianza di Francesca, una giovane studentessa universitaria di origini valdostane, ma ormai torinese d’adozione, che ha passato sei mesi in missione dedicando tempo ed energie per i più poveri dell’America Latina con l’Operazione Mato Grosso (OMG).

Assieme a lei altri ragazzi “compagni di avventura” hanno raccontato la loro esperienza nell’OMG, movimento giovanile nato nel 1967 da un salesiano valtellinese Padre Ugo de Censi.

In Italia circa 2000 ragazzi, divisi in numerosi gruppi, si riuniscono nel tempo libero (la sera, i week-end, i periodi di vacanza) e lavorano gratuitamente per raccogliere i fondi necessari per sostenere le attività svolte in America Latina.

Oggi ci sono più di 100 missioni tra Perù, Ecuador, Bolivia, Brasile, nelle quali i volontari (giovani, famiglie, preti) prestano la loro opera in forma totalmente gratuita senza ricevere nessun compenso economico e per tempi più o meno lunghi: da permanenze di uno o due anni a presenze stabili di dieci venti e più anni. Gli interventi in missione non sono decisi a tavolino, ma nascono dai bisogni della gente:

  • Lavori sociali: canali dell’acqua potabile, scuole, strade, aiuti all’agricoltura, centrali elettriche, ospedali.
  • Educazione: scuole di formazione professionale per falegnami, scultori, restauratori, muratori, ceramiste, sarte, maglieriste, ricamatrici, infermieri, maestri elementari.
  • Orfanotrofi e case di accoglienza per bambini abbandonati.

raccolta_viveri_valsa_2014

Con la sua testimonianza coinvolgente Francesca è riuscita a trametterci  che il motto con cui più di 40 anni fa è nata l’OMG “Basta con le chiacchere, veniamo ai fatti!” è ancora attuale e che il fare in prima persona qualcosa di gratuito per gli altri è il modo più concreto per contestare la nostra società piena di parole e di slogans, ma vuota di fatti e di ideali.

Al termine dell’incontro ci è stata fatta la proposta di impegnarci anche noi in un aiuto concreto. I ragazzi del quarto anno così hanno organizzato una raccolta viveri a Valsalice, preparando sacchetti e volantini ed informando i compagni delle altre classi.

Giovedì e venerdì scorso si è quindi svolta la raccolta che ha decisamente dato i suoi frutti, o meglio… 815 kg di viveri!

Poi, nel pomeriggio di venerdì, tra  pasta, riso, farina, scatolame vario, alimenti per bambini ed altri  a lunga conservazione, si sono ritrovati assieme più di quindici studenti che, accompagnati da qualche insegnante e dai volontari dell’OMG, hanno meticolosamente inscatolato il tutto.

Alla fine, formata una lunga catena umana dall’aula di raccolta al furgone, con un rapido passamano tutti gli 815 kg sono stati caricati a tempo di record!

Nel tardo pomeriggio i viveri partiti da Valsalice si sono così aggiunti ad altri provenienti da tutto il Piemonte e raccolti in un un grande container nell’Alessandrino. Da lì partiranno già nelle prossime settimane con destinazione il Perù.

L’esperienza è stata decisamente positiva sia per l’entusiasmo e il coinvolgimento mostrato dai ragazzi, sia per il risultato ottenuto.

L’appuntamento è quindi rinnovato al prossimo anno con l’obiettivo di superare… i 1000 kg!

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi