• domenica , 27 Settembre 2020

Eu-rabia

“Vi sono momenti nella vita in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.” E’ la rabbia e l’orgoglio di Oriana Fallaci che rompe il silenzio sulle nefandezze della cultura islamica. Già dall’apocalisse dell’11 settembre 2001 aveva predetto che l’Europa sarebbe diventata Eurabia spiegando che il terrorismo islamico non si sarebbe concluso con la sconfitta dei Talebani e che l’antioccidentalismo e il filoislamismo grazie ai personaggi political correct avrebbero condannato la cultura occidentale alla stregua di cancro morale. Così siamo visti purtroppo dai terroristi e in nome del loro dio intollerante, massacrati e sacrificati senza motivo.

20150627_tunisia-attentato

A nulla importa se le vittime del sacrificio nell’ultimo fatto di cronaca dei turisti inglesi, belgi e tedeschi uccisi erano lì per mero divertimento. Alla cultura islamica non importa che una nazione viva anche e soprattutto di turismo e che il denaro del presunto peccatore serva alla loro economia. In nome della jihad si cerca di coprire di fango la millenaria cultura europea dalla quale pure loro hanno tratto spunto e beneficio culturale in qualche loro raro periodo illuminato nella storia dell’evoluzione della loro religione. Con la pretesa di condannare ciò che è stato rovinato dagli occidentali con la corruzione, le agiatezze e i divertimenti frutto del benessere, si appellano a motivi arcaici e nient’affatto umanitari per far vivere i lori popoli nell’ignoranza e nel terrore.

Poco importa se le loro donne devono sottostare alla legge della poligamia; poco importa se il loro vestire velato non rispetta le leggi della comunità europea; nessuno sa che viene dato un contributo in denaro alle donne che decidono di vestirsi velate. Poco importa se l’infanzia non è rispettata e se in nome di un dio il linciaggio è all’ordine del giorno. E’ importante solo che sia ben chiaro a tutti che il diavolo sta di casa solo nelle azioni e nelle parole degli occidentali.

ragazza_spiaggia_R439_thumb400x275

Non stupisce quindi più nemmeno che un fatto di cronaca così grave susciti curiosità e interesse nei lettori e in chi scrive, al pari di una qualsiasi notizia di incidente diplomatico. E’ chiaro che la “forza della ragione” sta svanendo di fronte al continuo perpetuarsi di efferatezze islamiche e che anche quello che era l’Orgoglio delle nazioni sta svanendo sotto i colpi di machete di questi aberranti conquistatori. Perché di conquista territoriale si sta parlando; di predoni che non portano alcun rispetto verso la nostra società che li accoglie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi