• venerdì , 25 Settembre 2020

Lo specchio magico

Sono trascorsi diversi anni dall’invenzione dei robot che nelle fabbriche hanno sostituito gli operai. Il boscaiolo, mestiere già quasi estinto, subirà un’ulteriore calo nelle richieste a causa delle macchine nelle segherie industriali. Il postino, a causa di una sempre maggiore circolazione di mail e pagamenti elettronici, sarà sempre piu messo da parte, e così via.

GAA

Sempre più la tecnologia si sta impossessando della vita dell’uomo. Non bastano i mestieri di tornitore, di tipografo, di agente di viaggio e di operaio all’interno di una fabbrica ed essere rimpiazzati dalle macchine. Ora anche il medico sta cominciando a compiere un passo indietro. E’ uno “specchio magico” oggi a diagnosticarci le malattie.  E’ stato  un consorzio di ricercatori e partner industriali provenienti da 7 diversi Paesi dell’Ue, con finanziamenti europei, a sviluppare il Wize Mirror.  A coordinare il progetto che si chiama “Semeoticons” è Sara Colantonio, ricercatrice dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) a Pisa.

G

Si tratta di uno specchio capace di indicare il livello di salute delle persone, proponendo allo stesso tempo consigli per migliorarla. E’ uno specchio da bagno a tutti gli effetti, dotato di scanner 3D, telecamere multispettrali e sensori di gas che ne fanno uno strumento diagnostico che presto tutti potremmo avere in casa: l’esame del volto e delle sue espressioni, del colore, dei tessuti cutaneo e adiposo, del respiro, della frequenza cardiaca permette di calcolare lo stato di salute della persona e di dispensare, proprio come un vero  medico, consigli ad hoc per stare meglio. Lo specchio è in grado di memorizzare i nostri dati e di tenere sotto controllo i segnali di rischio, di stress o ansia. Al termine dell’analisi lo specchio è in grado di presentare una percentuale che indica lo stato di salute della persona.

“Grazie ai sensori acquisiamo immagini, video e scansioni in 3D che vengono poi valutati per cercare segnali di rischio cardio-metabolico – prosegue l’esperta – come il colesterolo (dalla pelle) e la presenza di alcune sostanze legate alla glicazione. Tutti elementi che possono poi essere controllati nel tempo, sempre grazie allo specchio”.

GA

Il Wize Mirror non ha ancora un costo accessibile a tutti. Per questo motivo il consorzio di ricercatori ne ha stabilito l’utilizzo solo nelle palestre, nei centri benessere e nelle farmacie. Solamente una volta che il progetto verrà definitivamente ultimato, potrà fare la sua entrata nelle case di tutti gli Italiani.

GAAA

Lo “specchio magico” è l’invenzione più straordinaria della tecnologia dell’ultimo anno. Anche se costituisce uno dei primi passi verso la sostituzione del mestiere di medico, esso è ad ogni modo un’esemplare risultato di intensi studi dei nostri ricercatori. E’ naturale considerarlo come l’inizio del totale rimpiazzo del campo medico. Ma in realtà è quasi del tutto impossibile supplire il mestiere di medico. Il Wize Mirror può perciò essere classificato tra le invenzioni più innovative dell’ultimo decennio. Soltanto se il progetto andrà a buon fine potremo, naturalmente, stabilirne il successo e chiamarla innovazione. Esso è già a buon punto nella sua riuscita. Necessita, ad ogni modo, di ulteriori perfezionamenti, per questo, all’inizio del prossimo anno, al progetto verrà rimessa mano, per concretizzare un’idea che tutt’ora è ancora un’utopia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi