• domenica , 27 Settembre 2020

Campioni con i piedi sempre in acqua

Valsalice negli anni ha ospitato sportivi di tutti i tipi: dagli schermisti agli sciatori, dai calciatori ai pallavolisti. Ora, alla vigilia delle Olimpiadi, ci siamo rivolti alla disciplina acquatica per eccellenza, che tante medaglie ha portato alla nostra nazione: il nuoto.

Olympic Games 2012 Swimming

Valsalice è così lieto di presentare i suoi atleti in questa disciplina: Simone Rossetto (1 sc B),Umberto Macrì (2 sc A)  Carlotta Gilli (2 S.A.), Federico Lazzarin ( 3 S.A.), Luca Cerrato ( 3 sc. C ).

Carlotta Gilli è la nuotatrice più promettente della scuola, vincitrice dei 50m stile e seconda nei 100m farfalla nei campionati estivi di categoria 2015.

IMG_1690

Quanto nuoti durante il giorno? 

Tanto, forse anche troppo, nuoto due o tre ore al giorno, compresa la preparazione secco, per sei o sette giorni alla settimana.

E’ difficile nuotare e riuscire a portare a termine tutti gli impegni scolastici?

Sicuramente questo sport, soprattutto fatto a livello agonistico, porta via molto tempo. Infatti non è facile riuscire a organizzarsi, ma nulla è impossibile. Per esempio io ho pochissimo tempo libero, la mia giornata è formata da scuola, nuoto e studio. Il momento più difficile è la sera dopo un’intera giornata faticosa che, dopo la cena, vorresti guardare la TV e invece devi fare i compiti.

Ti è mai capitato di dire “non c’è la farò mai” ma alla fine si è rivelata solo una tua supposizione?

Spesso noi atleti crediamo di non farcela, ma qaundo si entra in acqua ci si impegna sempre al massimo. All’inizio della parte centrale dell’allenamento, chiamata lavoro, spesso si è scorati. Al termine degli allenamenti però passa tutto.

Quali sono i nuotatori a cui ti ispiri?

Ci sono molti nuotatori ad alto livello, ma penso che la migliore in campo femminile sia Federica Pellegrini mentre in campo maschile Micheal Fred Phelps o, per quanto riguarda l’Italia, Filippo Magnini, conosciuto anche con il nome di “Re Magno”.

Sogni di andare alle olimpiadi?

Io penso che il sogno di ogni nuotatore, quindi anche il mio, è quello di andare alle olimpiadi. È un obbiettivo molto importante e difficile da raggiungere e saranno poche le persone che riusciranno a portarlo a termine.

Cosa pensano i tuoi genitori del tuo impegno con il nuoto e del tempo che utilizzi per allenarti?

I miei genitori sono contenti che pratichi uno sport a livello agonistico, poiché in questo modo sono impegnata tutto il pomeriggio e non ho tempo da perdere davanti alla televisione o ai video giochi.

IMG_1693

 

Due parole anche con Luca Cerrato, il più “anziano” tra i nuotatori del Valsalice

Prima delle gare ci sono sempre momenti di ansia, come li gestisci?

I momenti di ansia pre-gara ci sono sempre, il modo per farli passare è rimanere in gruppo facendo battute su battute e provando a non pensarci.

Quali sono i nuotatori a cui ti ispiri?

I miei nuotatori preferiti sono Magnini per la sua lealtà e Federico Bocchia perché è un nuotatore abbastanza forte e che contemporaneamente riesce anche a far divertire.

Qual è la gara che preferisci? Quale invece vorresti non fare mai?

La mia gara preferita sono i 50 m stile, quella che odio sono i 100 m stile.

IMG_1691

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi