• domenica , 27 Settembre 2020

Manzoni 2.0

Rendere i ragazzi protagonisti. Dare spazio alle abilità tecnologiche degli alunni. Insegnare e studiare in un nuovo modo. Più divertente ed interattivo. Questa l’idea che il professore Bertolo ha avuto per rendere moderno I Promessi Sposi, un romanzo che è comunque sempre attuale. E sotto la sua supervisione, le classi VA, 2B, 2C hanno affrontato i classici temi manzoniani montando un video.

SCIENTIFICO 2 Sc B

Così anche Manzoni approda nell’era digitale. La prova del nove che ci si può divertire studiando, ce l’hanno raccontata direttamente i ragazzi. “Era divertente vedere come i miei compagni avevano interpretato i vari personaggi” afferma Costanza Fava, di 2B, che dichiara anche: “Per ripassare in vista della verifica, ho trovato molto più semplice riguardare e riascoltare i video dei miei compagni”. Ma come lei anche Ilaria Brayda, della stessa classe ma diverso gruppo, dice: “Ci siamo divertiti un sacco a interpretare tutti i principali personaggi e credo si debba fare più spesso”. Anche perché, come dice Ludovica Boscarato di VA, “studiare in gruppo è particolarmente produttivo, e girare un cortometraggio è stato stimolante”.

Ricreare l’ambientazione, riproporre visivamente ciò che prima era nero su bianco. I ragazzi si sono ingegnati alla ricerca di escamotage per portare in scena i personaggi e le situazioni descritte nel romanzo. Per esempio, Ilaria dichiara: “Per la scena del romanzo del vecchio mal vissuto, ad un mio compagno abbiamo messo il borotalco nei capelli”. E Costanza: “Dovevamo intervistare il mercante di Gorgonzola a proposito dei moti di san Martino ambientato in un’osteria, per questo abbiamo apparecchiato una tavola e il mercante indossava una camicia a quadri”. Allo stesso tempo però non sono mancate alcune difficoltà. Afferma infatti Costanza: “Sicuramente è stato lungo e impegnativo inventare le battute per ciascun personaggio, ma grazie all’aiuto del libro e  a piccoli consigli del professore, siamo riusciti a creare un vero e proprio copione”. La stessa inoltre ci rivela: “Non è stato semplice trovarci tutti insieme, ma alla fine, dividendoci le parti e i compiti, siamo riusciti a creare un bel video”. 

Insomma, nuovamente, i ragazzi di Valsalice si sono dati da fare per trasformare la monotonia della lezione frontale in un’attività piacevole e coinvolgente. Senza tirarsi indietro. Mettendosi in gioco. Con il sorriso a fior di labbra.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi