• lunedì , 23 Novembre 2020

Solar impulse

Il 2015 è stato un anno di scoperte che hanno rivoluzionato il mondo. A dimostrarlo sono i vari articoli pubblicati nel corso dell’anno sui giornali. In particolare sono 10 le scoperte scientifiche messe in evidenza dal Corriere della Sera. La Stampa invece in un articolo del 18 giugno tratta di una nuova frontiera dell’aviazione: l’aereo Solar Impulse 2.

d

 Il primo aereo elettrico a energia solare. Zero rumore, zero inquinamento, a costo zero. Con un’autonomia potenzialmente infinita è partito il 9 marzo 2015 da Abu Dhabi per 35.000 km attorno al mondo senza un goccio di carburante. I due viaggiatori, Borschberg e Piccard, in un’intervista dicono: “Stiamo dimostrando come possiamo ripulire il mondo, usando una tecnologia che protegge l’ambiente, genera lavoro e profitti.” Questo aereo perde solo il 3% di energia contro il 73% delle auto a combustibile fossile. In più ha un isolamento perfetto rispetto all’80% di calore perso dalle case. È un sistema rivoluzionario che supera un mondo di rumore, di inquinamento. Mondo che ormai dovrebbe essere antiquato.

eeeeeeeeeeeee

Non da parte di tutti però vi è però la volontà di cambiare il mondo in cui viviamo per renderlo migliore.

I numerosi aforismi dicono che dagli errori si dovrebbe imparare e di conseguenza migliorare. I latini dicevano “errare humanum est, perseverare autem diabolicum”. Sbagliare è tipico dell’uomo, ma è anche nostra potenzialità capire da essi. Continuare a distruggere le riserve del nostro pianeta è inaccettabile perché non ci sarà la possibilità di ricominciare tutto da capo. In soli sei mesi, secondo gli ambientalisti, abbiamo consumato i fondi energetici della Terra che sarebbero dovuti bastarci fino a dicembre 2017. Di questo passo, sempre secondo gli appassionati dell’ambiente, non ci basterebbero nemmeno altre 7 Terre.

ppppppppppppppp

Nonostante ciò i miglioramenti si vedono solo all’orizzonte. Questo accade perché l’ economia, ragionando egoisticamente, non si cura dei danni dell’ambiente. Ma la colpa è anche del singolo. È anche nostra. Ogni madre e ogni padre inquina ogni giorno il futuro dei propri figli. Si vive in una comunità dove ogni errore è pagato da tutti, anche dalla persona stessa. Fino ad ora ci siamo abituati a vivere agiati nella nostra fragile bolla. Ma è tempo di cambiare. È arrivato il momento di pensare alla nostra terra. Il riciclo, il risparmio e l’energia pulita sono il futuro. L’unico possibile. O almeno l’unico che non costringa l’uomo a combattere per il possesso ed il controllo delle risorse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi