• domenica , 25 Ottobre 2020

Io scelgo voi

Ce lo siamo chiesti più volte: che fine hanno fatto i “Valori” nell’Occidente?

Il dramma più triste e più recente è l’appello dei bambini siriani sulle prime pagine di tutti i giornali. Come sempre dobbiamo imparare dai bambini. Questa volta i piccoli di un altro continente hanno voluto darci una lezione.  Molti non avranno neanche fatto caso a questa pagina di giornale.  Avranno girato pagina.  Eppure una notizia di tale portata urla per chiamare l’attenzione di tutti. Ma noi  preferiamo impazzire per un gioco piuttosto che cercare di aiutare dei bambini a cui è stata brutalmente strappata l’infanzia.  Noi viviamo nel nostro mondo personale. Un mondo esagitato ed isterico che si lascia affascinare da un gioco virtuale.

pokemon-go-7

Il problema non è che nel mondo sia scoppiata la “Pokèmon Go” mania, che il giochino sia stato scaricato trenta milioni di volte.  Il problema è che, forse, neanche un milione di questi accaniti giocatori sarebbe disposto ad aiutare concretamente questi bambini.  Forse faranno tenerezza a qualcuno che, alzando distrattamente la testa dallo smartphone, si accorgerà, dai telegiornali, dell’esistenza di questi piccoli.  Ma guardarli realmente  nei loro occhietti innocenti è un’altra cosa.  Passano troppo spesso come immagini di pubblicità negli sguardi di spettatori distratti. L’importante  è andare a trovare dove si sono nascosti i Pokemon.

pokemon-go-8

L’appello di questi bambini indifesi dovrebbe arrivare come una pallottola nel cuore già sanguinante del mondo.  Purtroppo per loro, questo mondo sta perdendo la capacità di guardare e (com)muoversi. Continuerà imperterrito a cercare “Pikachu”.   L’Occidente è accecato dai soldi. Non ha occhi per l’umanità.  Si stima che la Nintendo, detentrice dei diritti Pokemon, guadagnerà duecento milioni di euro nei prossimi anni. Non si pensa neanche lontanamente di usare questi soldi per salvare bambini innocenti che vivono in luoghi di odio e di guerra.

o-POKEMON-SIRIA-facebook

Come si legge nello scioccante e profondo libro “Sottomissione” di Michel Houellebecq, l’Occidente potrebbe essere “comprato” dal Medio Oriente in un modo disarmante.  L’autore dimostra quanto sia facile nella società occidentale comprare la fede.  Il valore delle cose ormai, nel “progredito” Occidente, è dettata dai soldi.  L’Umanità è assente. Non ha più significato né spazio. È per i “deboli”. E allora ecco  i bambini, i bambini siriani, che cercano di riportarci sulla terra.  Che ci ricordano drammaticamente la loro esistenza  in stridente contrasto con i personaggi virtuali della Nintendo. Sono umani come noi,  hanno il diritto come noi di avere una vita normale, degna di questo nome.

E ora che avete perso un po’ di tempo per leggere questo articolo, potete ritornare a giocare, se  ne avete il coraggio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi