• domenica , 28 maggio 2017

UNA VOCE PER DON BOSCO: CHE SERATA!

di Felipe Soro Gomar

Immagine

Non ci potevo credere, avevo accettato di partecipare al concorso “Una voce per Don Bosco” e adesso ero lì ad aspettare che lo spettacolo iniziasse. Ancor prima che il teatro fosse pieno ho iniziato a provare un mix di paura e eccitazione; mi sembrava di aver già quasi dimenticato le parole!!! In quel momento però mi sono ricordato che il pomeriggio di quello stesso giorno avevo fatto le prove e mi sono tranquillizzato. Nella mente ho deciso di pensare solo alla canzone e a divertirmi.

Così, quando mi hanno fatto salire sul palco, all’inizio ero un po’ teso poi invece, dopo il primo ritornello, mi sono rilassato e ho continuato a cantare divertendomi! Tornato al posto mi sono potuto rilassare e godere lo show tranquillamente, assistendo alle esibizioni di alto livello che ci sono state.

Ho notato che ci sono stati tanti ragazzi che hanno preferito cantare in inglese (con una buona pronuncia), un paio in italiano, mentre io ho scelto di cantare in spagnolo “Sofia” di Alvaro Soler.

Al termine delle esibizione la giuria, composta da professori e dal gruppo canoro di un’ex studentessa di Valsalice, si è ritirata e ha deciso a chi assegnare i vari premi. Per la critica Salesiana, che doveva assegnare il premio che ho vinto io, come giudici c’erano ben quattro persone: Don-Pier-Majnetti e il Direttore.