• domenica , 27 Settembre 2020

And the Oscar goes to…

Dal red carpet alla prima statuetta per un attore musulmano, dalle battute di Jimmy Kimmel alla gaffe di Warren Beatty: ripercorriamo insieme i momenti migliori dell’ottantanovesima edizione degli Oscar, la notte più magica di Hollywood.

Ad aprire le danze ci ha pensato Justin Timberlake, che con la sua Can’t stop the feeling! (candidata a miglior canzone) è riuscito a riscaldare immediatamente il pubblico del Dolby Theatre di Los Angeles.

Hollywood, you look so lovely tonight, but do you feel lovely tonight?

Contenuto non disponibile
Consenti all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Chi si dimenticherà della gaffe dell’anno? A causa di una busta sbagliata consegnata a Warren Beatty l’oscar per il miglior film era stato assegnato a La La Land. I produttori del film erano già saliti sul palco a festeggiare, quando qualcuno ha iniziato a dire: “Ha vinto Moonlight… No, non è uno scherzo, ha vinto Moonlight“; arriva immediatamente Jimmy Kimmel e conferma la notizia, mostrando la busta. Ha vinto proprio Moonlight. Cosa è successo? Warren Beatty, cerca di spiegare: “Nella busta c’era scritto Emma Stone per La La Land“.

beatty

Il padrone di casa Jimmy Kimmel non si è trattenuto dal difendere la formidabile Meryl Streep contro le accuse che Trump le ha recentemente lanciato via Twitter: “Tra tutti i grandi attori qui a Hollywood, uno in particolare ha superato la prova del tempo per le sue numerose esibizioni poco interessanti e sopravvalutate… Per favore unitevi a me nel fare un applauso totalmente immeritato a Meryl Streep” ha detto il comico.

1280_meryl_streep_getty_2017_oscars

Il momento più dolce della serata? Senza dubbio la pioggia di caramelle voluta dal conduttore: “Siamo americani, quando guardiamo i film mangiamo caramelle. Sì, anche i popcorn, ma quelli non ce li abbiamo” ha affermato.

anigif_sub-buzz-6161-1488171544-3-389x247

Non si dimenticheranno di questa serata neanche i venti ignari turisti che Kimmel ha fatto arrivare al Dolby Theatre: credevano che avrebbero visto una mostra sul cinema e invece si sono trovati davanti alle loro star preferite.

mgid-arc-content-mtv

Notte da record per La La Land: il film è riuscito a superare Titanic di James Cameron ottenendo quattordici nomination (tra cui miglior film, miglior regia e miglior colonna sonora) e vincendone sei.

Dedicato ai folli e ai sognatori.

la-la-land-featurette-2

Ad aggiudicarsi la statuetta come miglior regia ci ha pensato il trentaduenne Damien Chazelle, regista di La La Land, diventando così l’artista più giovane ad aver mai ricevuto questo premio.

Damien-Chazelle-Speech-2017-Oscars

Nel discorso pronunciato da Casey Affleck, dopo aver ricevuto la statuetta come miglior attore protagonista per il film Manchester by the sea, l’attore ha ringraziato il rivale Denzel Washington (che seduto nella platea aveva le lacrime agli occhi) per essere stato il primo ad avergli insegnato a recitare.

casey-affleck-oscars-2017_0

Ecco la meravigliosa Emma Stone, vincitrice del premio come miglior attrice protagonista in La La Land. Queste le sue parole pronunciate per ringraziare il collega Ryan Gosling:

Ryan Gosling, thank for making me laugh, and for always raising the bar and for being the greatest partner in this crazy adventure. (Ryan, grazie per avermi fatto ridere, per alzare sempre l’asticella e per essere stato il miglior compagno in questa pazza avventura, ndr).

emma_stone_oscar_2017_winner-wide

Una serata di grandi emozioni per Mahershala Ali, primo attore musulmano a tenere stretta tra le mani la statuetta di miglior attore non protagonista per il film Moonlight.

mahershala-ali-759

Infine rimarrà per sempre nella storia degli Academy il discorso che Viola Davis ha pronunciato dopo aver ricevuto il premio come migliore attrice non protagonista per Barriere: l’attrice a stento tratteneva le lacrime mentre ringraziava Dio per aver scelto questa carriera, perché è l’unica che celebra ciò che significhi vivere una vita.

I became an artist and thank God I did. Because we are the only professions that celebrates what it means to live a life. (Sono diventata un’artista e grazie a Dio è successo. Perché noi siamo l’unica professione che celebra cosa significhi vivere una vita, ndr).

Contenuto non disponibile
Consenti all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ecco di seguito la lista di tutti i premi assegnati in quest’ultima edizione degli Academy Awards:

MIGLIOR FILM: Moonlight

MIGLIOR REGIA: Damien Chazelle – La La Land

MIGLIOR ATTORE: Casey Affleck – Manchester by the sea

MIGLIOR ATTRICE: Emma Stone – La La Land

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Mahershala Ali – Moonlight

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Viola Davis – Barriere

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Manchester by the sea

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Moonlight

MIGLIOR FILM STRANIERO: Il cliente (Iran)

MIGLIOR FILM ANIMAZIONE: Zootropolis

MIGLIOR FOTOGRAFIA: La La Land

MIGLIOR SCENOGRAFIA: La La Land

MIGLIOR MONTAGGIO: La battaglia di Hacksaw Ridge

MIGLIOR COLONNA SONORA: La La Land

MIGLIOR CANZONE: City of Stars – La La Land

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: Il libro della giungla

MIGLIOR SONORO: La battaglia di Hacksaw Ridge

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO: Arrival

MIGLIORI COSTUMI: Animali Fantastici e dove trovarli

MIGLIOR TRUCCO: Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson – Suicide Squad

MIGLIOR DOCUMENTARIO: O.J.: Made in America

MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: The White Helmets

MIGLIOR CORTO: Sing

MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE: Piper

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi