• mercoledì , 21 novembre 2018

Un Paradiso in Puglia

di Mario Grosso

La Puglia, regione spettacolare. Il tacco dello stivale caratterizzato da numerose tradizioni e usanze diverse l’una dall’altra in base alla differenza di zona o addirittura anche solo del paese. Regione in cui non c’è solo una notevole differenza di usi e costumi, ma anche di tipologia di luoghi. Nella Puglia l’attrattiva sono le mete turistiche in campo montano, la cui peculiarità non è tanto lo sci o le classiche passeggiate, bensì la visita dei singoli paesi nei periodi di festa. Ma anche la costa la fa da padrona, con le sue bellissime spiagge e un mare incantevole.

Attrazione turistica di particolare importanza in ambito marittimo sono le isole Tremiti, raggiungibili col traghetto o con l’elicottero. Essendo isole verrebbe da pensare che siano una nota meta turistica grazie al loro mare. Anche se questo non è errato, sicuramente l’arcipelago è famoso anche per altri motivi: la presenza di luoghi storici, tra cui il santuario di Santa Maria a Mare e la statua di 4 metri di altezza del Santo padre Pio situata a 10 metri di profondità, nota meta dei sommozzatori. Poi, una fauna e una flora particolare (esiste un uccello tipico del luogo famoso per il suo verso, che ricorda il pianto di un bambino, il cui nome, Diomedea, deriva da un mito su Diomede) e anche numerose rotte e insenature naturali uniche nel loro genere…

Anche il mare non delude: non ci sono molte spiagge accessibili e “comode”, dato che la maggior parte sono raggiungibili solo dopo una passeggiata attraverso le bellissime pinete. Una volta arrivati non si ha poi una vera e propria spiaggia a disposizione, ma per lo più roccia su cui sedersi. Tuttavia il mare è limpido e ricco di fauna ittica, infatti si riesce a vedere il fondo anche se è a molti metri di profondità e fin dai primi passi in mare, anche nelle spiagge più affollate, si può notare la presenza di numerosi pesci.

L’isola più grande è quella di San Domino, ed è anche una delle più visitate grazie alla presenza dell’unica spiaggia sabbiosa di tutto l’arcipelago e dell’arrivo su di essa dei mezzi di trasporto che collegano la terraferma alle isole.

Sebbene San Domino sia la più grande e anche quella che vede più persone durante la giornata, la sede comunale, unica per tutto l’arcipelago, si trova sull’isola di San Nicola. Su di essa, vi si trova la maggior parte dei monumenti, tra cui l’abbazia di Santa Maria a mare, che può essere considerata una vera e propria roccaforte per via delle sue mura e delle varie difese naturali e artificiali che presenta e che per via di tutto ciò, anche se vittima di numerosi attacchi di pirati, è rimasta inespugnata per molti secoli.

Alcune isole sono completamente disabitate e una porzione del territorio di tutto l’arcipelago è una riserva naturale, in cui è vietato l’accesso se non muniti di permessi speciali.

Uno dei pochi lati negativi è che i turisti visitano questa meraviglia della natura tutti nel mese di agosto. Durante il resto dell’anno purtroppo, soprattutto nei mesi invernali, le isole sono quasi vuote.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi