• mercoledì , 21 Agosto 2019

Sonno bianco

SONNO BIANCO  è il secondo romanzo di Stefano Corbetta dopo  “Le coccinelle non hanno paura”. L’autore, dopo una lunga esperienza come musicista jazz, si dedica per qualche anno al teatro per poi approdare alla scrittura. Il libro è stato pubblicato il 27 settembre 2018 dalla casa editrice Hacca.

Risultati immagini per stefano corbetta

La storia

Due gemelle inseparabili, Emma e Bianca, sono vittime improvvisamente di un tragico incidente, che creerà un solco profondo nella loro vita e in quella  della loro famiglia. Bianca, entra in uno stato di coma vegetativo e Emma subisce un trauma alla gamba che la renderà zoppa. Attorno a questo episodio collassa la famiglia. La madre Valeria e il padre Enrico faticano a trovare un nuovo equilibrio di coppia, soffocati dal dolore e dalla colpa. Nelle loro esistenze si avverte un vuoto, la presenza/assenza di Bianca si fa sentire. Valeria, soprattutto, dà  colpa al marito per non averla lasciata andare in gita con le bambine  quel febbraio di nove anni prima e nello stesso tempo ha un difficile rapporto con Emma.  Enrico cerca in tutti modi di tenere insieme quella famiglia che ormai si sta sfaldando; Emma nonostante la sua passione per il teatro e  la storia d’amore con l’insegnante di pianoforte del bambino a cui lei fa da baby sitter, vive la sua adolescenza  con un enorme senso di colpa pensando che  sarebbe dovuto toccare a lei ciò che è accaduto a sua sorella                                                                                                                           

Durante il racconto, ognuno dei personaggi cerca di dare un nuovo senso e un nuovo equilibrio alla propria esistenza così mutata, cercando soluzioni anche dolorose,  ma  che appaiono le uniche possibili.  Il finale apre uno spiraglio di speranza sulla situazione di Bianca e anche sul rapporto tra i due genitori.

Risultati immagini per stefano corbetta sonno bianco

Il commento

Stefano Corbetta con un linguaggio semplice ma incisivo è stato capace di raccontare il trauma che questa famiglia ha vissuto  dopo il tragico incidente. L’argomento trattato è molto forte, ma l’autore lo affronta con grande delicatezza e ciò che colpisce di più è la capacità che ha di descrivere  tutti  i diversi  stati d’animo dei personaggi e le situazioni più difficili che essi  devono affrontare. Stefano ha fatto nascere questo romanzo stupendo da un’immagine che aveva in  testa  e che non riusciva a spiegarsi: così ha scelto di iniziare a scrivere su di essa  una storia. Per farlo ha dovuto mettersi nei panni di chi questi problemi familiari li affronta quotidianamente, andando ad informarsi da professionisti, medici e famiglie che tutti i giorni stanno a contatto con le persone che si trovano in uno stato di coma vegetativo. Questi incontri che gli hanno poi permesso di scrivere la storia di Emma e Bianca, hanno lasciato dentro di lui un segno profondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi