• venerdì , 23 Ottobre 2020

Falsa calma

Tra gli scrittori ospiti della conferenza SUR in plaza de los lectores al salone del libro c’era anche Maria Sonia Cristoff, scrittrice argentina che ha pubblicato il suo reportage “Falsa calma, un viaggio nei paesi lontani della Patagonia” nel 2018.

“Ho scritto un libro sulla mia volontà di scappare ma dieci anni dopo sono tornata” ammette la scrittrice quasi in modo rassegnato. L’intento del libro è mostrare l’altra faccia della Patagonia, non quella turistica e nemmeno quella dai mille scorci che troviamo sulle cartoline.
Lo scopo, invece, è quello di raccontare quali storie si nascondono dietro a un paesaggio tanto seducente quanto crudele, dietro all’eccesso di luce, di vento e di silenzio tanto forte da lasciare storditi. Le raccolte in Falsa calma sono storie di spazi sconfinati e di isolamento, storie vere.
Quelle raccontate sono vicende di adolescenti che scelgono l’atto estremo del suicidio, ragazzine violentate e bambini che passano la loro fanciullezza a pensare come sopravvivere. L’autrice conclude dicendo che questi episodi molto toccanti sono accaduti in Patagonia ma potevano succedere in posti molto diversi della stessa Argentina come a Buenos Aires che Maria Sonia definisce “manicomio a cielo aperto

Steve Mc Curry “Buenos Aires: pane e povertà”

La conferenza in plaza de los lectores nel padiglione Oval, tenuta dalla docente universitatria Camilla Cattarulla, non aveva solo lo scopo di presentare nuovi libri bensì mirava alla presentazione del programma di sostegno di traduzioni SUR.
SUR è una casa editrice indipendente nata nel 2011, che pubblica autori di oggi e classici contemporanei. Inizialmente specializzata solo in letteratura latinoamericana, da fine 2015 propone, con la collana BIG SUR, anche traduzioni di narrativa e saggistica dall’inglese. Questo programma ha avuto da subito un successo mondiale tanto che già nei primi anni dalla fondazione contava la pubblicazione di 291 opere e 37 scrittori. Ad oggi sono 1360 le richieste di finanziamento e 191 sono tutte italiane.

Le commissioni di traduzione del SUR scelgono i libri da finanziare e gli argomenti più trattati sono

L’ultima dittatura militare

La povertà

Le opere sulla vita di Papa Francesco

L’ultimo intervento durante la conferenza è stato quello di Marco Cassini, editore, che definisce la collaborazione con SUR come un “regalo inaspettato“. La sua casa editrice aveva iniziato un progetto editoriale e avevano chiesto delle convenzioni a questo programma. Convenzioni che sono arrivate e che hanno permesso di dar vita a questo progetto.

In un 2019 in cui il libro diventa sempre più un elemento di arredamento da salotto, programmi come SUR aiutano ancora la diffusione di una cultura a 360 gradi tra usanze e tradizioni di paesi molto diversi dal nostro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi