• sabato , 20 Luglio 2019

Perché finisce un amore?

Perché finisce un amore? Bella domanda che tutti prima o poi ci siamo posti. Nell’omonimo libro hanno cercato di spiegarlo la giornalista Alessandra Arachi e lo psicoterapeuta Paolo Crepet. Narrano quattro storie d’amore tra uomini e donne che non si sono risolte con il solito lieto fine fiabesco. Dopo la fine di una relazione gli amici sono fondamentali: sanno sempre trovare qualcuno messo sentimentalmente peggio di te. Questo è quello che è successo all’autrice: ha voluto quindi raccogliere alcune testimonianze di coppie la cui storia d’amore era ormai terminata. 

Secondo Crepet non è l’amore a finire, se è stato vero e sincero, ma solamente il rapporto che si era creato; è giusto che quel sentimento resti ancorato nel cuore perché ci insegna a capire gli errori che sono stati fatti e ci permette di non ripeterli in una futura relazione. Se un storia d’amore finisce è necessario non iniziare a sviluppare un odio mortale nei confronti dell’ex ma analizzare ed elaborare con calma e attenzione l’accaduto. Non c’è un giusto o sbagliato perché nessuno ci ha mai insegnato ad amare: non ci sono regole, capita e basta.

È stata poi analizzata l’importanza della domanda “come stai?” che in una coppia o in una famiglia deve sempre essere fatta senza aver paura della conseguente risposta e senza cambiare argomento se questa non è di nostro gradimento. Capirsi non è una cosa facile ma è necessario sforzarsi di fare squadra ed essere una cosa sola nel momento del bisogno. Soffrire è l’unica soluzione. Vivere il dolore a fondo è l’unica via per superarlo. E quale metodo migliore se non quello di affrontarlo con i propri cari?

È stata sostenuta anche l’opinione che i comportamenti dei figli rispecchiano quelli dei genitori: vi è una sorta di imprinting emotivo che rende le azioni dei genitori la stella polare da seguire. Altro argomento dibattuto è stato quello dell’infedeltà: nonostante una moglie sia stata ripetutamente tradita a volte può perdonare con un semplice e sincero “però lo amo”.

L’amore è tossico, crea dipendenza ed è qualcosa su cui si deve investire (non solo in caso ci sia di mezzo una famiglia) perché è un sentimento che si deve vivere ogni giorno e che si costruisce un passo dopo l’altro. Il segreto, concludono gli autori, è di innamorarsi dell’amore e di trovare questo amore in una persona.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi