• martedì , 20 Ottobre 2020

Un futuro incerto

Sfortunatamente stiamo tutti vivendo i cambiamenti climatici che il nostro pianeta sta subendo. È da tempo che questo problema è giunto alla luce, ma mentre inizialmente veniva totalmente ignorato, negli ultimi anni è nata molta preoccupazione anche grazie a documentari che mostrano la realtà di una natura devastata. La situazione sta diventando sempre più allarmante, ma nonostante ciò nessuno si è mobilitato per trovare una soluzione e prendere decisioni.

Il riscaldamento globale è causato principalmente dall’aumento eccessivo di gas serra nell’atmosfera, soprattutto di CO2  e metano e ciò è dovuto all’utilizzo di combustibili fossili, i quali sono inquinanti e inoltre non sono risorse rinnovabili. Anche il processo di decomposizione della plastica dispersa nell’ambiente e nelle acque contribuisce al riscaldamento globale perché rilascia alcuni gas serra. L’effetto serra è un fenomeno naturale indispensabile per la vita sulla Terra, ma il suo aumento, provocato dalle azioni dell’uomo, ha portato a un forte cambiamento climatico e di conseguenza ambientale.

Gli effetti dell’innalzamento delle temperature si stanno già verificando e continueranno a peggiorare se non si arriverà a una soluzione. Tra questi ci sono lo scioglimento dei ghiacci principalmente ai poli, l’innalzamento del livello del mare e la conseguente sommersione di alcune terre, l’aumento delle precipitazioni e tempeste, la migrazione di alcune specie di animali e l’estinzione di altre.

La criticità della situazione e la necessità di trovare una soluzione per salvare il nostro pianeta stanno diventando sempre più evidenti e a rendersene conto sono anche i più giovani, come Greta Thunberg. Questa ragazza svedese di sedici anni ha iniziato lo scorso anno a scioperare ogni venerdì perché voleva che il governo del suo paese riducesse le emissioni di anidride carbonica e così facendo ha dato vita al ‘Fridays for Future’. Si tratta di un movimento scolastico internazionale di protesta per il clima che coinvolge  migliaia di giovani in tutto il mondo che decidono di non presentarsi a scuola per manifestare e chiedere ai propri paesi di agire per prevenire il cambiamento climatico.  Greta ha partecipato a vari scioperi in alcune città europee e ha inoltre tenuto diversi discorsi tra cui quello più significativo e noto svoltosi in Polonia davanti ai più importanti leader mondiali. Durante questa conferenza ha dimostrato tutta la sua determinazione nel voler vivere in un mondo cambiato e pronto a modificare il necessario per la salvaguardia del nostro pianeta, e un cambio di stile di vita risulta essenziale.

Grazie al suo esempio studenti di tutto il mondo si sono uniti e mobilitati e hanno dato voce alle loro preoccupazioni, perché come dice Greta: “non si è mai troppo piccoli per fare la differenza”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi