• venerdì , 15 Novembre 2019

Beato il viaggio

di Angelica Petean

Come ogni anno, fortunatamente, arrivano gli amati mesi estivi, nei quali italiani e non possono godersi finalmente il meritato riposo scaturito da mesi di lavoro o studio.

Secondo le statistiche di Confturismo e Confcommercio il 72% degli italiani (quasi 32 milioni) infatti riuscirà a fare almeno una vacanza durante l’estate; il dato è nettamente in crescita rispetto al passato 2018 vedendo 1.3 milioni di persone in più assaporare il guadagnato riposo. L’incremento premierà destinazioni estere per una spesa media di circa 950 euro; luglio risulta essere il mese che registra il maggiore incremento delle partenze, principalmente a scapito di settembre, ma agosto continua a fare la parte maggiore con un 35% di italiani (15 milioni) che ha scelto questo mese per le proprie vacanze.

La maggior parte degli abitanti del bel paese (il 77%) ha scelto proprio una località della nostra costa come meta per le ferie, il restante 23% invece ha preferito l’estero e tra le mete più gettonate compaiono la Francia (specialmente la Corsica), la Spagna e la Grecia.  Tra la spesa degli italiani all’estero e la spesa dei turisti stranieri che arrivano nel nostro Paese, la bilancia commerciale italiana questa estate farà segnare un surplus di circa 8 miliardi.  Dall’indagine emerge che la propensione degli italiani a viaggiare è in continuo aumento, nonostante la percezione sul futuro dell’economia nazionale vada progressivamente deteriorandosi; infatti la necessità di concedersi un periodo di svago e distrazione dai problemi di tutti i giorni, soprattutto durante l’estate, prende comunque il sopravvento nelle decisioni di ogni famiglia. Organizzare una vacanza peraltro oggi come oggi risulta molto più semplice rispetto a qualche decina di anni fa. Per pianificare le proprie ferie non è più necessario rivolgersi ad agenzie o uffici di turismo, invero il mezzo d’informazione preferito risulta essere il web, non soltanto per prenotare case o alberghi, ma anche per programmare i tour di compiere nel periodo di villeggiatura.

La spesa media destinata dagli italiani alle vacanze estive è di 779 euro per persona, in aumento del 5% rispetto allo scorso anno. Un terzo degli italiani (33%) resterà comunque al di sotto dei 500 euro di spesa, il 42% tra i 500 ed i 1000 euro, il 18 % tra i 1000 ed i 2000 euro mentre percentuali più ridotte supereranno questo limite.

A prescindere in ogni caso dal budget o da impedimenti vari, la voglia di viaggiare rimane lo stesso insita nell’uomo; esplorare nuovi posti, apprendere nuove lingue e stili di vita è nel nostro Dna. Ciò è causato da un gene recettore di dopamina e riguarda il 20% della popolazione mondiale. Quando questo desiderio irrefrenabile diventa un’ossessione prende il nome di ‘sindrome di wanderlust’ che dal tedesco significa propriamente desiderio di vagabondare.  Il gene del wanderluster è congenito nel nostro Dna ed è il recettore della dopamina D4. Questo gene, responsabile della passione e dell’amore per tutto ciò che è esotico e sconosciuto, è presente nel 20% della popolazione mondiale; un uomo che sicuramente possedeva questa “patologia” di lo scrittore Bruce Chatwin, il quale era solito dire: “Perché divento irrequieto dopo un mese nello stesso posto, insopportabile dopo due?”

Visitare nuove terre, benché malauguratamente le varie località perdono un po’ della loro primordiale magia a causa della globalizzazione che le rende sempre più simili tra loro, rimane una delle più belle sensazioni da provare durante la propria vita in quanto arricchisce la propria cultura tramite le varie esperienze che si provano vivendolo e può cambiare profondamente il proprio modo di vivere e di relazionarsi; un viaggio può cambiare (in meglio) la propria esistenza e può far riscoprire il proprio io interiore.

“Siamo tutti viaggiatori nati. Abbiamo polvere di stelle nelle vene, cartine geografiche con strade d’argento negli occhi e istruzioni per viaggiare fino a Andromeda…”. Gli italiani faustamente l’hanno riconosciuto e durante l’estate si sono messi in viaggio anche loro.

Fabrizio Caramagna

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi