• domenica , 25 Ottobre 2020

Ronaldo-Immobile: lo scudetto si decide allo Stadium

Ligue 1, Bundesliga, Premier League e La Liga: quattro campionati che negli ultimi anni sono stati considerati superiori al nostro, più avvincenti della solita Serie A che finiva, almeno mentalmente, con mesi di anticipo.

Con la vittoria del Real Madrid sul Villareal ieri si è però concluso matematicamente anche il campionato spagnolo, lasciando come unico punto di interesse la solita, noiosa Serie A. Competizione che, dopo la terza gara di fila per la Juventus senza vittorie, rischia di chiudersi nelle ultimissime giornate; anche perché, se i bianconeri lunedì perdessero con la Lazio, si aprirebbe una clamorosa corsa a quattro.

Analizziamo allora i giocatori che potrebbero incidere in questa trentaquattresima giornata forse decisiva, che potrebbe catapultare l’Inter a -3 dalla vetta o far scappare la Juve, salvando una tra Fiorentina e Torino e affossando una tra Lecce e Genoa, ma soprattutto tenendoci sulle spine e incollati al divano perché da qui passa il destino del nostro campionato.

Oltre a Mario Pasalic, la cui ultima tripletta potrebbe non bastare per garantirgli un posto da titolare nella prossima (tale è il livello della rosa di Gasperini), un centrocampista che vogliamo premiare è Frank Kessie, che con quel missile al Parma ha trovato il terzo gol in altrettanti partite.

L’ivoriano sembra aver ritrovato la condizione che non vedevamo da quando, per l’appunto, era lui il perno del centrocampo dell’Atalanta. Inoltre, ricordando un gol straordinariamente simile di Clarence Seedorf, per posizione minuto e avversario, c’è chi, in maniera a dir poco azzardata, ha paragonato Kessie all’olandese.

Un match di questa giornata a cui prestare attenzione è senza alcun dubbio Fiorentina-Torino, che distano due punti e vogliono allontanarsi il prima possibile dalle ultime posizioni. Se i tre gol che hanno portato altrettanti punti al Torino contro il Genoa sono soprattutto merito del solito Belotti, i tre che hanno riportato i viola alla vittoria vengono dai piedi inattesi di giocatori in cerca di riscatto: Chiesa, Ghezzal e Cutrone.

Vi consigliamo, in questa e nelle prossime giornate, di tenere gli occhi puntati sul primo e l’ultimo: un Chiesa tornato alla rete che non arrivava da Febbraio e un Cutrone che, dopo i gol in extremis, sembra finalmente uscito da quel brutto periodo. Una coppia che sembra poter fare le fortune della Fiorentina e del futuro della nostra nazionale.

Poco dopo aver conosciuto il risultato della sfida del Franchi, a Roma inizierà una gara fondamentale per l’assegnazione dello scudetto, quella che vedrà la Roma di Fonseca ospitare all’Olimpico Conte e i suoi. Nel caso di vittoria dell’Inter, i nerazzurri si porterebbero momentaneamente a -3 dal primo posto, mettendo così il fiato sul collo ai bianconeri.

L’arma segreta degli ospiti potrebbe essere Romelu Lukaku, che torna in campo dopo aver assistito ad un paio di partite dalla tribuna. Chissà se grazie al belga l’Inter riuscirà a trovare continuità nei risultati e ad impensierire così la capolista.

Roma-Inter sarà sicuramente decisiva, ma il big match della giornata non può che essere Juventus-Lazio. E’ vero che le due squadre non arrivano allo scontro diretto nelle condizioni migliori, ma questa è la partita che durante lo stop aspettavamo di più, quella che potrebbe riaprire tutto in chiave scudetto o permettere ai bianconeri di scappare verso il nono titolo consecutivo.

In questa stagione i biancocelesti hanno già battuto due volte i campioni d’Italia, che per invertire il trend si affideranno ad un Cristiano Ronaldo che non ha brillato contro il Sassuolo, ma che vuole assolutamente conquistare questo trofeo e il suo primo titolo di capocannoniere in Italia. Sì perché il portoghese è a solo un gol dai 29 di Ciro Immobile, che non segna da quando, proprio a Torino, aiutò la sua Lazio a battere i granata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi