• venerdì , 2 Ottobre 2020

La decisione è desiderio

L’unica persona che sei destinato a diventare è la persona che decidi di essere.

Ralph Waldo Emerson


Decidere è un’arte. Decidere è ciò che ci rende unici. Decidere è ciò che ci rende fragili.
L’arte di decidere si affina col tempo, partendo dalla scelta del gioco preferito da bambini, ai vestiti per il primo giorno di scuola, all’indirizzo del liceo, all’università. È una delle poche costanti della vita, una delle poche cose che rende liberi.


Il passo cruciale avviene durante il periodo dell’adolescenza, dove si creano le fondamenta per il futuro. I genitori giocano un ruolo fondamentale, sono coloro che hanno dato le carte iniziali per scegliere una strada piuttosto che un’altra, ci hanno regalato un bagaglio di esperienze ed educazione come consigliere.  
L’adolescenza porta con se la voglia di autonomia, di responsabilità, e tutto ciò comporta le decisioni, ma porta con se anche tanta paura.  

Free picture (Desire romance) from https://torange.biz/desire-romance-17607

Davanti alle scelte ci sono cinque paure fondamentali:
Paura di sbagliare. La più diffusa, commettere errori irreparabili e arrivare al fallimento.
Paura di non essere all’altezza. Ha a che fare con l’autostima, non essere mai soddisfatti dei propri risultati e quindi frenarsi per non sentire il fallimento.
Paura di esporsi. Il timore nel confrontarsi ed esporsi al giudizio altrui, temendo il fallimento.
Paura di non avere o perdere il controllo. Il bisogno di avere una sicurezza assoluta del controllo di ogni variabile onde evitare il fallimento.
Paura dell’impopolarità. Temere di perdere il consenso e l’apprezzamento delle persone e cadere nel fallimento.

Tutto gira dunque intorno al fallimento, perché sembra una delle sole due conseguenze delle scelte.  È quasi insopportabile in un momento di delusione sentirsi dire che è un insegnamento per il futuro, però è davvero così. Ogni volta che commettiamo un errore con le nostre scelte è come se la vita ci desse un’altra possibilità; non esiste fallimento quando c’è ancora la possibilità di decidere.

Decidere è una sfida, perdere significa rinunciare ai sogni e ad un evoluzione personale. Decidere è una responsabilità nei confronti di se stessi e del mondo, perché nulla cambierà se i primi a cambiare siamo noi. Decidere significa dire la propria verità, avere una voce. Decidere significa prendere una posizione e cercare di vivere meglio.  
Quindi decidere, e non temere, sbagliare va bene, ma senza rischio non c’è vittoria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi