• mercoledì , 2 Dicembre 2020

De Tradimento

Translate, traduire ≠ tradurre

“Tradurre è sinonimo di tradire”, un quasi clichè applicato all’ambito letterario: dall’Età Elisabettiana con William Shakespeare e la sua “to be or not to be question”, che per noi è letteralmente diventata un dilemma, fino alla moderna poesia di Jacques Prévert dove les jeunes qui s’aiment sono in italiano i giovani innamorati che si nascondono nelle ombre della notte.

Se quindi un tale ostacolo si manifesta all’atto puramente di traduzione, ossia quando il Demiurgo-autore ha già plasmato e messo per iscritto su carte le sue Idee, non deve risultare difficile immaginare che il problema cresca esponenzialmente quando si indagano le pieghe più recondite dell’animo, tramite la psicologia, ossia quando un’idea non è niente altro che tale.

La doppia natura del tradimento

L’indagine del tradimento nella psychè umana, secondo studiosi come Gabriella Turnaturi, trova il suo apice nel segreto, e, di conseguenza, tradire diventa sinonimo di rivelare.

Come da prassi matematica è bene specificare l’incognita della crescita esponenziale sopra citata: la X è raddoppiata rispetto all’area squisitamente letteraria; infatti nel tradimento psicologica, nascosto dietro ogni “Io Penso” ipotizzato da Immanuel Kant, e quindi dietro ogni uomo, si cela a sua volta una doppia natura; quella di più comune conoscenza è quella nella quale il tradimento avviene non appena chi era a conoscenza del segreto lo rivela ad un terzo. Vi è poi una seconda tipologia di tradimento, quella verso noi stessi: si tratta di un atto molto più meschino poichè in uno slancio di illusoria fiducia nel genere umano, inganniamo il nostro animo ed è la nostra bocca che prende il ruolo di colui che nel primo caso aveva diffuso il segreto, finendo per essere noi sleali a noi stessi.

Critica della Ragion dello Scopo

Seguendo le orme del filosofo prussiano si evince che egli ritenesse che tutto convertisse verso il proprio scopo e da questo principio non si discosta nemmeno il tradimento: il suo fine ultimo è infatti il potere, che si tratti dell’autorità che si vuole avere su un popolo o la supremazia che si deve mostrare nei confronti del singolo, la lotta per il comando è sempre stata nel sangue dell’uomo. Anche in una relazione colui che tradisce lo compie in virtù, o in questo caso sarebbe più appropriato dire in vizio, del fatto di voler dimostrare di non essere soggiogato ad un’altra persona, e quindi autoconvincersi della propria assoluta libertà e superiorità a qualunque tipo di legge, come ad esempio quella matrimoniale.

Ragione vs Istinto

Il celeberrimo autore latino Seneca docet nel suo trattato “De Clementia” che requisito fondamentale per scavalcare gerarchicamente la legge è essere perfetto sophòs, titolo che solo un’infima, se non inesistente, parte del genere umano può vantarsi di avere.

Qualunque libro di filosofia insegna che l’uomo necessita di leggi, che siano giuridiche, etiche o addirittura naturali; esse sono la sostanza che permette di evidenziare la dicotomia tra essere razionale ed irrazionale, tra ragione ed istinto.

L’importanza della giusta dimensione

Anche Cartesio, padre del meccanicismo, riteneva che l’uomo fosse sì formato da una res extensa, quella modernamente chiamata materia, ma da una ben più autorevole res cogitans, ossia un intelletto in grado di placare gli istinti più primordiali.

Si desume quindi che l’essere umano è definito tale perchè è cosciente del fatto che in una dimensione letteraria tradire è sempre stato sinonimo di tradurre, in una dimensione psicologica è diventato sinonimo di rivelare, ma in una dimensione ontologica non sarà mai sinonimo di razionalità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi