• martedì , 28 Settembre 2021

Turin Parks Challenge

La quarantena ci ha dato alla testa, innegabilmente: niente più cose da fare, musei da visitare, nuove mete da scoprire, ma se c’è un insegnamento che questo lockdown mi ha portato è stato la capacità di reinventarmi. Durante questi immensi weekend ho quindi deciso di andare a visitare la mia città e, essendo tutte le attività culturali in stop, ho dovuto iniziare da posti che non potevano chiudere: i parchi. Fortuna vuole che Torino sia una città a cui il verde non manca, dunque mi ha offerto l’opportunità di stilare una lista dei migliori parchi per poi recensirli per chi, come me, vuole continuare a viaggiare indipendentemente dal colore della zona, riscoprendo la propria città.

1. Parco del Valentino

Iniziamo con un grande classico, direi quasi la nuova hit del momento, il Parco del Valentino. Sicuramente offre un paesaggio molto vario, grazie al Castello sabaudo che rimane un evergreen, il caratteristico Borgo Medievale, l’Arco che si affaccia su Corso Cairoli e la Fontana dei 12 Mesi, ma vi sono alcune perle nascoste per i più accaniti esploratori, come la statua dei due lampioni che si abbracciano e il Giardino Roccioso realizzato nel 1961. Il suo più grande svantaggio rimane il flusso di gente, tutti quelli che facevano le cosiddette “vasche” in via Roma, si sono spostati al Valentino proprio grazie alla sua posizione centrale; di conseguenza per coloro che vogliono fuggire “dalla pazza folla” consiglio vivamente di visitare l’altra sponda: ebbene sì, il parco si estende da entrambe le parti del Po, e la seconda è decisamente meno frequentata, l’unico problema è che è la tappa preferita di corridori accaniti, avendo la morfologia perfetta per questo sport, quindi ci si deve giostrare in uno zig-zag onde evitare scontri indesiderati. Questo parco offre inoltre un’area cani (dal lato di corso Massimo d’Azeglio) ed un’area bambini (dalla parte di corso Moncalieri). Consiglio trendy del momento: prendete gli Spritz d’asporto da Maggiora o al Bar Crimea, oppure optate per l’opzione più cheap e andate al supermercato “Pam” di via Volturno che li offre già imbottigliati, accompagnate il tutto dai vostri stuzzichini preferiti e godetevi un aperitivo al tramonto sulla sponda del fiume, rigorosamente mantenendo la distanza di sicurezza!

Torino – borgo medioevale al parco del Valentino

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi