• mercoledì , 8 Dicembre 2021

L’ancora molto discusso disegno di legge Zan per la “prevenzione e il contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità” è stato ostacolato fin dalla sua nascita.

Questa proposta di legge è ferma in Senato da mesi, dopo essere stata approvata dalla Camera il 4 novembre 2020.

Il testo è tutt’ora in esame alla commissione Giustizia del Senato, presieduta dal leghista Andrea Ostellari che ha rinviato a lungo il provvedimento.

The corner of 17th and Church Street, NW, will be the site of the first transgender pride flag crosswalk in the United States, the second in North America (the first is in Alberta, Canada)

Contro la legge si sono schierati in particolare i partiti di centro-destra, i movimenti anti-abortisti e i cattolici integralisti ma anche una parte del femminismo italiano.

Secondo questi gruppi, il ddl contro l’omotransfobia minaccia la libertà d’espressione oppure “esiste già”.

In sostanza il ddl Zan si potrebbe definire come il decreto Mancino del 1993 contro il razzismo applicato all’omofobia: estende quei passaggi del codice penale che già puniscono discriminazioni e violenze su base razziale, etnica o religiosa a quelle basate “sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”, oltre a quelle basate sulla disabilità, aspetto inserito in corso d’opera.

Le più forti critiche avanzate sono nate dalla paura che l’attività in difesa della famiglia tradizionale possa essere citata come “discriminazione”.

Ma in realtà, a differenza del razzismo, le norme sull’omofobia non si applicano al reato di propaganda, ma solo all’istigazione a commettere discriminazione o violenza.

Il testo non si applica ai reati di opinione.

Dopo essersi speso più volte sui suoi account social a favore del disegno di legge Zan, Fedez ha scelto di parlarne sul palco del concerto del Primo maggio scatenando una polemica che è diventata un caso politico. Raccontando che Rai3 gli aveva chiesto di omettere i partiti e i nomi e di edulcorare il contenuto del testo di una sua canzone.

I Maneskin si sono resi protagonisti di una scena in diretta su una televisione polacca che è diventata virale sui social. Damiano Davis e Thomas Raggi, cantante e chitarrista della band rock, si sono scambiati un bacio sulla bocca in diretta.

“Pensiamo che a tutti dovrebbe essere permesso di farlo senza alcun timore. Pensiamo che tutti dovrebbero essere completamente liberi di essere chi c** vogliono. Grazie Polonia. L’amore non è mai sbagliato”, ha detto Damiano David in inglese dopo il bacio e alla fine dell’esibizione.

Psicologia LGBT

C’è poi una parte non repressiva ma che mira a diffondere una cultura della tolleranza.

A livello simbolico, contro la discriminazione e per l’inclusività, il ddl Zan propone il 17 maggio come “Giornata nazionale contro l’omofobia” con l’obbiettivo di diffondere programmi di sensibilizzazione contro questo tipo di discriminazioni in nome del rispetto e della tolleranza, offrire assistenza legale, sanitaria e psicologica per le vittime di crimini d’odio.

Questo è solo uno dei tanti avvenimenti che ci ricorda che la realtà è soltanto una questione di percezione.

Termini come “normale” o “serio” sono ormai da rivalutare, di pari passo con il superamento del gender gap, anche nel mondo del lavoro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi