• martedì , 20 Ottobre 2020

Ascoltiamo la Scienza

La redazione del Salice ha intervistato il professore di Scienze Antonio Varaldo, che ha espresso la sua opinione su alcune domande riguardanti la difficile situazione che il mondo sta affrontando.

Come reputa la situazione di questa pandemia e quanto pensa che il rapporto tra uomo e natura abbia influito su ciò?

Il mio pensiero è che ci siamo ritrovati ad affrontare una situazione decisamente molto difficile, ma bisogna essere forti e rimanere positivi di fronte all’emergenza. La mia paura più grande però sta nel fatto che, quando si potrà nuovamente uscire di casa con regolarità, la gente ricominci a comportarsi esattamente come faceva prima dell’ arrivo della pandemia. Questo però non deve accadere perché altrimenti non ci si potrà liberare in tempi ragionevoli del covid-19 a causa dei cosiddetti “contagi di ritorno”. La responsabilità in questo momento viene sopra ogni cosa, dal momento che siamo in prossimità del picco e pian piano inizierà la “decadenza della curva”. Studiando i grafici si può affermare che la  discesa della curva occuperà lo stesso tempo della salita. L’ umanità però ha sfruttato enormemente la natura negli ultimi dieci anni ed era inevitabile che la natura prima o poi si rivoltasse contro l’ uomo, danneggiando inevitabilmente.

Secondo lei c’è qualcosa di positivo in questa situazione che il mondo sta vivendo?

Io cerco sempre di vedere il lato positivo di ogni situazione e sinceramente ci provo anche in questa circostanza. Partendo dalle cose più banali, si può dire che in questo momento si ci puoi dedicare all’approfondimento della cultura personale dal momento che abbiamo molto tempo per vedere film o per leggere libri a cui non abbiamo mai dedicato tempo per gli impegni quotidiani che caratterizzano la nostra routine. Però sono sicuro che tutto questo ci servirà da insegnamento per capire come e quanto possiamo rapportarci con la natura e soprattutto credo che, finalmente, chiunque riconoscerà l’ importanza della scienza, che, ancora una volta, salverà la vita a milioni di persone. 

Ha difficoltà nel gestire la nuova metodologia scolastica? Come la valuta?

Personalmente sono contento e soddisfatto che si riescano a svolgere regolarmente le lezioni in maniera così efficace; ritengo che questa nuova tipologia di apprendimento si rivelerà un’esperienza fondamentale per gli allievi ed anche per i professori. Credo e spero che si potrebbe rivelare utile in futuro aver appreso tutte le enormi potenzialità della tecnologia che a molti potevano risultare sconosciute. Un accorgimento di cui bisogna tenere conto è il fatto che i ragazzi non possano stare 6 ore davanti a uno schermo e che quindi per favorire meglio l’ apprendimento sia, ora più che mai, necessario fornire loro degli spunti e schemi riguardanti l’ argomento da trattare.

Qual è il suo parere sulle normative adottate per ridurre il numero dei contagiati?

Sono davvero rimasto sorpreso positivamente dalla maniera in cui sono state adottate in tempi relativamente brevi le nuove ordinanze riguardanti il divieto di uscire da parte dei cittadini se non per necessità inderogabile quali la spesa nei supermercati, l’ acquisto di medicinali o beni di prima necessità. Il governo ha immediatamente intuito il pericolo e ha dato ascolto alla scienza, mettendosi da parte.

Come vive la quotidianità in questi giorni?

Mi ritengo molto fortunato perché ho l’ opportunità di svolgere a pieno il mio lavoro e purtroppo non tutti hanno questa fortuna. Per questo motivo conduco una vita abbastanza in linea con quella che trascorrevo prima della diffusione della pandemia; leggo molti libri e guardo film oltre che tenere sempre d’occhio le informazioni e le statistiche riguardanti il corona virus.

Leggi anche le altre interviste ai prof. di Valsalice sulla quarantena

Matematica e pandemia
Contenuto non disponibile
Consenti all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Ci salveremo e sarà tutti insieme
Contenuto non disponibile
Consenti all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
De virus et vita
Contenuto non disponibile
Consenti all'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi